Strade, 5 morti in poche ore

  • Roma

ROMA L’ultimo fine settimana ha restituito sulle strade di Roma e del Lazio un pesante bilancio di sangue. L’incidente più grave si è verificato ieri poco dopo le 12:30 alle porte di Roma, in provincia di Frosinone. Un’intera famiglia è stata falciata al km 654 dell’A1, tra Ceprano e Pontecorvo. Marito e moglie, entrambi 35 enni, e il loro bambino di appena 6 mesi sono morti dopo essersi scontrati con un furgone.

La famiglia viaggiava su una Fiat Punto verso Rossano Calabro, la città in provinica di Cosenza da cui provenivano madre e padre del piccolo. Doveva essere l’inizio delle loro vacanze. Inutili i soccorsi di vigili del fuoco, del 118 e della polizia stradale. L’incidente ha provocato anche pesanti ripercussioni al traffico, sull’A1, con code fino a 5 chilometri.

In provincia di Roma un pirata della strada ieri mattina ha investito e ucciso un operaio romeno, poco dopo le 4:30 di mattina. L’uomo, 43 anni, stava andando al lavoro in bicicletta quando è stato travolto da un’auto in via Appia Vecchia a Genzano. La polizia stradale è sulle tracce dell’automobilista. Infine, sabato è morto dopo un giorno d’agonia il 20enne di Ladispoli Leonardo Ricci, finito fuori strada con la sua Ford al km 35 dell’Aurelia. I morti per incidenti stradali in provincia di Roma dall’inizio del 2018 sono oltre 90.

Articoli Correlati

Contro i roghi tossicii blocchi dei vigili a La Barbuta

Il comandante Di Maggio: «Rischi non solo per la salute ma anche per la sicurezza degli aerei a Ciampino»

La rete illegale delle case Ater

Graduatorie truccate e assegnazioni pilotate, sei arresti

Piazza di Spagna fiamme nell'hotel

Paura in pieno centro. Indagini sulle norme di sicurezza