Strade, 5 morti in poche ore

  • Roma

ROMA L’ultimo fine settimana ha restituito sulle strade di Roma e del Lazio un pesante bilancio di sangue. L’incidente più grave si è verificato ieri poco dopo le 12:30 alle porte di Roma, in provincia di Frosinone. Un’intera famiglia è stata falciata al km 654 dell’A1, tra Ceprano e Pontecorvo. Marito e moglie, entrambi 35 enni, e il loro bambino di appena 6 mesi sono morti dopo essersi scontrati con un furgone.

La famiglia viaggiava su una Fiat Punto verso Rossano Calabro, la città in provinica di Cosenza da cui provenivano madre e padre del piccolo. Doveva essere l’inizio delle loro vacanze. Inutili i soccorsi di vigili del fuoco, del 118 e della polizia stradale. L’incidente ha provocato anche pesanti ripercussioni al traffico, sull’A1, con code fino a 5 chilometri.

In provincia di Roma un pirata della strada ieri mattina ha investito e ucciso un operaio romeno, poco dopo le 4:30 di mattina. L’uomo, 43 anni, stava andando al lavoro in bicicletta quando è stato travolto da un’auto in via Appia Vecchia a Genzano. La polizia stradale è sulle tracce dell’automobilista. Infine, sabato è morto dopo un giorno d’agonia il 20enne di Ladispoli Leonardo Ricci, finito fuori strada con la sua Ford al km 35 dell’Aurelia. I morti per incidenti stradali in provincia di Roma dall’inizio del 2018 sono oltre 90.

Articoli Correlati

Massimo Carminati,ripristinato il "41 bis"

Mafia Capitale, sì al carcere duro dopo la sentenza di secondo grado

Donna investitada due baby pirati

Sono due rom di 16 e 14 anni, la vittima è in codice rosso

Trapianto di facciaprimi segni di rigetto

Sant'Andrea, si valuta la possibilità di autotrapianto