Al mare con eleganza Torna il costume intero

  • Style/Moda Estate

MODA Femminilità è la parola chiave di questa estate 2018. Anche per quanto riguarda i costumi. Rigorosamente interi, monocolor o fantasia, sgambati o monospalla,  anni Settanta o Cinquanta. È tutto ammesso purché si resti sempre nel segno dell’eleganza e della femminilità. 

I costumi firmati da Chiara Boni sono tutti realizzati nell’iconico tessuto di jersey stretch. Si tingono di color corallo e si pavoneggiano con grandi rose che sbocciano su un fianco o sulle spalline. Non mancano i costumi total black anche loro arricchiti da fiori, volant e rouches.

Anche Adidas sceglie il costume intero: sul modello di quelli olimpionici si innestano scritte, stampe e disegni che lo rendono più personalizzato.

Ancora più bizzarri quelli firmati da Glimmed che disegna sui costumi interi stelle, scritte, ciambelle, caramelle e linguacce che escono da una bocca con l’apparecchio ortodontico. Le stesse fantasie sono anche per i due pezzi, bikini molto semplici e per questo vestibilissimi. 

Infine, gli anni Cinquanta: silhouette a vita alta che esaltano le forme magari, con una fantasia rétro come i pois.

Una curiosità. Tra le novità swimwear di questa estate 2018 spunta Fisch, un  brand 100% sostenibile, amato anche dalla modella svedese Elsa Hosk, uno degli Angeli di Victoria’s Secret. I costumi sono realizzati con reti da pesca riciclate.

L’idea è della  stilista svedese Agnes Fischer che, da giovanissima, facendo snorkeling a St. Barth’s, aveva notato come le barriere coralline fossero molto meno colorate di un tempo. Il cambiamento è dovuto alle migliaia di tonnellate di rifiuti abbandonati nel mare che stanno devastando gli oceani e il loro ecosistema. Così la  Fischer ha portato avanti una ricerca sui tessuti sostenibili ed è arrivata a creare, l’anno scorso, l’Econyl: si tratta di una fibra di nylon riciclata al 100%, fatta di reti da pesca abbandonate in mare.

Nascono così i 17 capi made in Italy «adatti sia per nuotare che da indossare come parte di un vestito per la sera» spiega la stessa Agnes Fischer.

 

CHARLIE LION FIRMA GLI OCCHIALI CHE VIVACIZZANO I COLORI 
L’isola di Maui, nelle Hawaii. Parte da lì Charlie  Lion, originario di Santa  Cruz,  California, per disegnare la nuova collezione di occhiali da sole Maui  Jim  Curated  Collection in edizione limitata. 

Dalla sua seconda casa, l’artista ha voluto riportare sulle montature il cielo, il mare e tutta la natura    dell’isola. 

Così rappresentazioni  di  palme  che  si  piegano  e  ondeggiano  al  vento diventano i  soggetti  di  una  narrazione  che,  filtrata  attraverso  gli  occhi,   innesca  emozioni  e  sensazioni  d’estate. Non a caso il  potere  della  natura e quello delle  emozioni  che  nascono  attraverso  lo  sguardo rappresentano   il  fil  rouge  che  lega  il  brand  alle  opere  di  Lion.

Tre i modelli realizzati per questa limited edition nei quali la  grafica  interna  della  montatura  è  una  piccola  opera  d’arte,  un  “private  painting”  visibile  soltanto  a  chi  li  indossa. 

Le lenti sono realizzate sfruttando il sistema PolarizedPlus2: i colori vengono visti in modo molto più vivido dagli  occhi protetti dai  riflessi  e  dai  raggi  UV.  Inoltre, un  trattamento  permanente  idrofobico  e  oleofobico,  applicato  su  entrambe  le  superfici delle lenti,  facilita  la  pulizia  e  l’eliminazione  dell’acqua  (e  della  neve). 

Una curiosità: gli  occhiali  da  sole  Maui  Jim  sono raccomandati  dalla  Skin  Cancer  Foundation  come  efficace  filtro  UV  per  gli  occhi. 

PATRIZIA PERTUSO