Pirelli, numeri da urlo Run flat è un must

  • Auto

AUTO Non a caso hanno portato il produttore italiano su tetto dei pneumatici run flat, cioè antiforatura: oltre 500 omologazioni di pneumatici scelti dai costruttori come primo equipaggiamento sui propri modelli. Nel dettaglio, si contano 326 estivi, 100 invernali e 90 "all season". In totale, Pirelli ha ormai superato le 2.800 omologazioni nella propria gamma prodotto. «Alfa Romeo - dicono in Pirelli - è l’ultimo marchio in ordine di tempo ad aver omologare pneumatici Pirelli Run Flat sulla berlina Giulia ma già costruttori come BMW, Cadillac, Dodge, Jeep, Mercedes, Mini e Rolls-Royce utilizzano le gomme sviluppate dalla P lunga con la particolarità di non doversi fermare in caso di foratura». Anche quando il sistema TPMS segnala una perdita improvvisa di pressione, si può continuare a viaggiare fino a 80 chilometri ad una velocità massima di 80 kmh: la particolare struttura del fianco permette di sostenere il peso della vettura e di viaggiare in sicurezza fino al gommista più vicino. Il sistema Self Supporting progettato da Pirelli, infatti, utilizza specifici rinforzi, inseriti nelle pareti laterali della struttura interna, capaci di sostenere i carichi trasversali e laterali del veicolo. Altra cosa da sottolineare è il fatto che la tecnologia Pirelli Run Flat è disponibile su tutte le gomme Pirelli dal P Zero, al Cinturato, dallo Scorpion e Scorpion Winter, al Winter Sottozero 3 e fino al Winter Sottozero Serie II. E soddisfa il 97% delle misure dai 18” in su, con 24 codici prodotto esclusivi, misure che nessun altro produttore di pneumatici ha. 

C.Ca.

Articoli Correlati

Toyota, la novitàsi chiama Proace Verso

La nuovo Proace riproposta nel “model year 2018” è equipaggiata con un'inedita motorizzazione diesel sovralimentata di 1.500 cc da 120 CV

Care by Volvoun successo annunciato

Alla Volvo si studia il successo del programma di abbonamento offerto per la prima volta l’anno scorso per il crossover compatto XC40

Citroen, per i cento annitorna la due cavalli

Sarà nelle intenzioni la base di un modello altrettanto economico ed elettrico che mostrerà un "nuovo sistema di mobilità"