Ricorso sul farmaco letale Esecuzione bloccata all'ultimo

  • Usa

Un giudice ha bloccato l'esecuzione in Nevada di un condannato a morte, Scott Dozier, 47 anni, per duplice omicidio in seguito al ricorso di una casa farmaceutiche che contestava l'utilizzo di un suo medicinale nel mix dell'iniezione letale. Lo riporta il Las Vegas Review Journal precisando che il farmaco in questione è il Midazolam prodotto dalla Alvogen che ha presentato il ricorso. E' la prima volta che un'esecuzione viene bloccata negli Usa per questioni legali o legate all'etica.

Sedativo. Il Midazolam è un sedativo noto per aver provocato convulsioni o comunque dolore durante altre esecuzioni. Lo stato del Nevada aveva programmato di eseguire la condanna a morte questa sera con il Fentanyl, oppioide sintetico fino a 100 volte più potente della morfina e dell'eroina, e altri due medicinali compreso il Midazolam. Il Fentanyl ha causato oltre 20.000 morti negli Stati Uniti per overdose solo nel 2016. 

Articoli Correlati

Terrore nel grattacieloAscensore giù per 84 piani

Chicago: uno dei cavi si è rotto, passeggeri precipitati per 84 piani

Arriva il via liberaall'hamburger sintetico

La Fda regolamenterà la coltivazione delle cellule utilizzate per produrre la carne artificiale

Midterm, i democraticiespugnano la Camera

Il Partito democratico ha ufficialmente 220 seggi. Il Senato resta repubblicano