Il miracolo è compiuto Salvi tutti i "cinghialetti"

  • thailandia

Thailandia  Era una “mission impossible” ma è davvero andato tutto bene, e ora è finita. Sono tutti salvi i 12 ragazzi thailandesi rimasti intrappolati il 23 giugno nella grotta di Tham Luang, al confine con Birmania e Laos. Gli ultimi a uscire da sottoterra sono stati i quattro subacquei che per due settimane erano sempre stati con loro, incluso il medico che ne ha costantemente monitorato le condizioni di salute. Ieri sono stati portati fuori gli ultimi quattro ragazzi insieme con il loro allenatore, Ekaphol Chantawong, 25 anni, che aveva chiesto di essere estratto per ultimo e la cui sorte è in bilico tra rischio di incriminazione per averli infilati lì dentro e indulgenza per aver poi dato loro tutto quello che aveva, compresa la capacità di sopportazione e di pazienza imparata quando era monaco buddista.
L’operazione di recupero di ieri nonostante la forte pioggia è stata più veloce delle prime due. 
Hanno fatto «qualcosa che nessun bambino prima di loro aveva mai fatto», ha spiegato un membro del team internazionale dei soccorritori. «Non è assolutamente normale fare immersioni in grotta per bambini di 11 anni, in un ambiente considerato estremamente pericoloso, in totale assenza di visibilità, l’unica luce è quella delle torce che indossano». Inoltre, ha sottolineato, il rischio è stato elevato: «Avevamo ovviamente molta paura di ogni tipo di panico, poi ci sono i possibili malfunzionamenti delle apparecchiature che potete immaginare. Non riesco a definire quanto siano grandi questi piccoli bambini, sono ragazzi incredibilmente forti».

Articoli Correlati

«Combattevamo la famecon l’acqua piovana»

Escono dall'ospedale i ragazzini thailandesi salvati dalla grotta dove erano rimasti isolati per giorni

Sedati e imbragatidurante l’immersione

Primi particolari sulle operazioni di recupero dei 12 ragazzi e del loro allenatore dalla grotta in Thailandia

L'incubo è finito,i ragazzi sono tutti fuori

Tirati fuori anche gli ultimi quattro ragazzi e l'allenatore in Thailandia