Con il Moiseyev la danza si fa cultura pop

  • Torino/Teatro danza

TORINO I suoi lavori coreografici di fama internazionale hanno elevato la danza popolare a patrimonio della cultura mondiale. Così il ballerino e coreografo Igor Aleksandrovic Moiseev, scomparso a Mosca nel 2007, è ricordato nel mondo grazie ad un suo repertorio di oltre trecento opere tra danze, miniature, quadri coreografici, suite e balletti di un atto su musica di compositori come Borodin, Glinka, Rimskij-Korsakov, Musorgskij e molti altri. 

Stasera e domani, alle 21.30, sul palcoscenico della rassegna Torino Estate Reale  in piazzetta Reale sbarcherà la sua compagnia, l’Igor Moiseyev Ballet, per far conoscere al pubblico italiano alcune delle  coreografie di questo suo celebre direttore artistico che seguì la compagnia dal 1937, anno della fondazione, fino al 2007 quando  morì. 

Acclamati in tutto il mondo, questi  artisti sono un esempio di teatro danza che unisce alla spontaneità della tradizione popolare la tecnica accademica e lo humour. 

Si tratta ovviamente di una nuova generazione di “Moiseevi”, ballerini-attori capaci di superare prove coreografiche ed espressive di grande virtuosismo, legate a tutti i generi di danza.

Nella sua lunga biografia Moiseev è anche ricordato come colui che, nei primi anni Trenta, preparò le parate acrobatiche sulla piazza Rossa di Mosca, finendo per creare un vero e proprio Teatro di Arte Popolare (Info: torinoestate.it).

ANTONIO GARBISA