Lupi, gli abbattimenti "contro la Costituzione"

  • Lupi

ROMA. L’abbattimento di lupi e orsi è «una palese violazione del dettato costituzionale». È il ministro dell’Ambiente Sergio Costa a commentare l’iniziativa legislativa delle province autonome di Trento e Bolzano che hanno approvato una legge che prevede l’abbattimento delle due specie se mettono in pericolo non solo l’uomo, ma anche «il sistema alpicolturale del territorio montano provinciale». «Se le notizie riportate sono vere - perché la legge non è stata ancora pubblicata in Gazzetta - sarò costretto a impugnarla perché la competenza in materia di fauna selvatica è statale», spiega il ministro. Costa invita a Roma i presidenti della province autonome «per trovare insieme delle soluzioni». «Sono certo  - aggiunge - che il Piano Lupo, che intendo portare prossimamente in Conferenza Stato Regioni escludendo il passaggio tutt’altro che utile sugli abbattimenti selettivi, contenga le strategie, le misure e le azioni giuste per offrire una risposta concreta anche alle richieste dei territori di governare la coesistenza tra uomo e specie animali, tutelando le economie e la biodiversità».

metro

Articoli Correlati

Il lupo torna ad essere un nemico

Arriva l’ok per il Piano di conservazione del predatore: previsti abbattimenti controllati. L’approvazione definitiva il prossimo 2 febbraio