Strade 90 vittime in meno di 7 mesi

  • Roma

ROMA Gli ultimi due incidente stradali avvenuti nel fine settimana in meno di 12 ore accendono di nuovo i riflettori sulla sicurezza per chi guida a Roma. In mattinata un uomo di 83 anni è morto in ospedale, al Policlinico Umberto I, dopo essere stato investito sulle strisce in via dei Prati Fiscali. L’uomo che lo ha investito, un 45 enne, ha prestato i primi soccorsi, è stato poi ricoverato in stato di choc. Poco prima, in via di Torre Spaccata, un motociclista di 46 enni è morto dopo essersi scontrato con un’auto guidata da una 21 enne. Su entrambi gli incidenti indaga la polizia locale. Gli ultimi due episodi portano a 90 il numero delle vittime di incidenti stradali dall’inizio dell’anno in provincia di Roma, senza contare quelli che hanno provocato feriti o danni alle vetture.

Tra le possibili cause c’è anche lo stato della rete viaria della Capitale. È emblematico il caso di Elena Aubry, la ragazza morta a maggio sulla via Ostiense, forse a causa del manto stradale. La madre Graziella Viviano aveva lanciato giorni fa una campagna sui social in cui invitava i romani a evidenziare con vernice spray gialla o verde le buche più pericolose. Da allora le segnalazioni non si sono più fermate. E sabato pomeriggio su una buca è inciampata anche la sindaca Virginia Raggi mentre inaugurava la nuova pedonalizzazione in via del Corso.

Articoli Correlati

Desirée, il Riesameannulla l'omicidio per due indagati

Cade anche l’accusa di violenza sessuale di gruppo, oggi il ricorso del terzo arrestato. Il pusher ascoltato dal gip

Congestion charge,pronto il ricorso al Tar

Il Codacons: nessun pedaggio senza adeguato potenziamento del trasporto pubblic"

Desirée, cadute accusedi omicidio e stupro di gruppo

Lo ha deciso il tribunale del Riesame per due degli stranieri arrestati