Carlo Vanzina addio Inventò il cinepanettone

  • cinema in lutto

ROMA «Devo molto a Carlo perché è lui che mi ha scoperto e mi ha dato la possibilità di fare il primo film con lui, Sapore di Mare. Lo conosco da quando aveva 14 anni e giorni fa mi aveva detto che non vedeva l’ora di tornare al lavoro e credeva di farcela. È un dispiacere enorme perdere un amico». Così Christian De Sica, ricordando il regista Carlo Vanzina, scomparso a Roma dopo una lunga malattia: aveva 67 anni. Re della commedia, creò il cinepanettone. In 40 anni di carriera ha realizzato circa 60 film (da Sapore di Mare a Vacanze di Natale).

Regista, sceneggiatore e produttore, col fratello Enrico che si è dedicato più alla scrittura, Carlo è vissuto nel mondo del cinema fin dall’infanzia (a un anno era il piccolo Filippo in Totò e le donne diretto dal padre). Del fatto di essere stato favorito, per le origini, nella carriera nandava fiero e da ogni occasione ricordava, riconoscente, la figura del padre e il fatto che nella sua casa fossero passati tutti: Totò, Ugo Tognazzi, Mario Monicelli, Ennio Flaiano, Mario Camerini e Dino Risi. Martedì saranno celebrati i funerali (alle 11, nella Basilica di Santa Maria degli Angeli, in piazza della Repubblica).

 

METRO