Regole anti inquinamento Opel è già ok

  • Auto

AUTO Alla Opel hanno deciso di anticipare le future normative anti inquinamento che entreranno in vigore a settembre 2019. Al momento, infatti, Opel che come è noto fa parte del Gruppo PSA ha annunciato che 90 versioni dei suoi modelli già rispettano la normativa Euro 6d-Temp che prevede test su strada e in tutte le condizioni d’uso con risultati più aderenti alla realtà di utilizzo dell’auto rispetto a quelli attuali, effettuati su un banco a rulli. Fra i motori che già rispondono alle future normative, ce ne sono a benzina, a Gpl e a gasolio. Fra gli ultimi arrivati c’è il nuovo 1.500 cc turbodiesel da 131 Cv che sostituisce il 1.6 CDTi da 120 Cv: è dotato di un sistema di riduzione delle emissioni con due catalizzatori che trasformano gli ossidi di azoto e un filtro antiparticolato. Abbinato a un cambio manuale a sei rapporti o alla trasmissione automatica a otto velocità, il nuovo 1.500 equipaggia l’ammiraglia dei crosssover Opel la Grandland X che percorre in media 24,4 km/l e dichiara 108 g/km di CO2. Ma la svolta “green” di Opel non finisce qui: entro il 2020, infatti, debutteranno quattro nuovi modelli elettrificati, tra cui la nuova generazione della Corsa in versione elettrica e la Grandland X ibrida plug-in la prima vettura Opel a doppia propulsione. Entro il 2024, invece, tutta la gamma sarà totalmente elettrificata, visto che per ogni modello disponibile è prevista o una versione ibrida oppure un'elettrica.
C.CA.

Articoli Correlati

Toyota, la novitàsi chiama Proace Verso

La nuovo Proace riproposta nel “model year 2018” è equipaggiata con un'inedita motorizzazione diesel sovralimentata di 1.500 cc da 120 CV

Care by Volvoun successo annunciato

Alla Volvo si studia il successo del programma di abbonamento offerto per la prima volta l’anno scorso per il crossover compatto XC40

Citroen, per i cento annitorna la due cavalli

Sarà nelle intenzioni la base di un modello altrettanto economico ed elettrico che mostrerà un "nuovo sistema di mobilità"