Germania e Austria blindano le frontiere

  • Migranti

Roma L’accordo a Berlino tra la Cdu di Angela Merkel e la Csu bavarese per un giro di vite sui migranti rischia di innescare un effetto domino di frontiere chiuse, che farebbe vacillare il sistema di Schengen e la stessa Ue. La prima reazione è arrivata dall’Austria, pronta «a proteggere i confini meridionali» con Italia e Slovenia. I dettagli non sono chiari, ma si profila una stretta al Brennero. L’accordo tra i due partiti “fratelli” dei conservatori tedeschi prevede un nuovo regime alla frontiera con l’Austria, con la creazione di “centri di transito” dai quali sarà possibile rifiutare l’ingresso ai richiedenti asilo già registrati in altri Paesi dell’Ue. «Io sono per i confini aperti, nella legalità - ha commentato il ministro dell’Interno, Matteo Salvini - se l’Austria vuole fare controlli, ha tutto il diritto di farlo. Noi faremo lo stesso e a guadagnarci saremo noi, perchè sono più i migranti che tornano da noi che quelli che vanno da loro». «Chi non segue la linea della condivisione europea - ha aggiunto il ministro degli Esteri, Enzo Moavero Milanesi - se ne deve assumere la responsabilità».

Articoli Correlati

Bruxelles avverte l'Italia"Rischia penalità"

Il commissario Ue al bilancio, Guenther Oettinger

La Ue: "I contributi?Un obbligo di legge"

Diciotti, la Ue avverte: "Le minacce non servono a niente"

Migranti, Italia isolataDa Salvini querela a Saviano

A rischio la missione Sophia, ma si studia un coordinamento per gli sbarchi