Visite dermatologiche nuove regole al San Gallicano

  • sanità

ROMA Al via da luglio a nuove regole di accesso alle visite dermatologiche del San Gallicano di Roma, per garantire certezza di cura ed organizzare al meglio i percorsi diagnostico-terapeutici.

Le disposizioni del piano regionale per il governo delle liste d’attesa sono molto chiare e stabiliscono codici di priorità secondo i criteri di raggruppamenti di attesa omogenei. Come cambia l'accesso alle visite?

Tutte le prime visite vengono indicate dal medico sull’impegnativa con : il codice “B” (breve) quando la prestazione deve essere eseguita entro 10 giorni, codice “D” (differibile)  per visite entro 30 giorni e codice “P”(programmata) per visite entro 180 giorni. Queste si effettuano, dal lunedì al venerdì e necessitano di prenotazione al ReCup (numero verde 803333) o presso gli sportelli degli Istituti.  

Le urgenze sono segnalate con il codice “U” dal medico sull’impegnativa e a queste viene dedicata da luglio una via preferenziale di accesso senza prenotazione: il lunedì e il mercoledì mattina l’accettazione delle richieste è dalle 8 alle 10.

Le visite di controllo, riservate ai pazienti “presi in carico”, vengono invece gestite direttamente dal dermatologo al fine di garantire la continuità di cura.

L’obiettivo è assicurare l’esecuzione di visite in tempi certi a pazienti che presentino malattie dermatologiche rilevanti e allo stesso tempo gestire al meglio l’assistenza di alta specialità durante l’intero percorso clinico, dal primo accesso fino alla risoluzione del problema.

Gli Istituti Regina Elena e San Gallicano hanno di recente attivato il nuovo canale Telegram per la messaggistica istantanea, ulteriore strumento per facilitare le comunicazioni di pubblica utilità.

 

Articoli Correlati

Tumore al retto in aumentoChirurgia mininvasiva, c'è l'Academy

Un progetto di formazione nato per favorire la diffusione delle metodologie mini invasive

Usa, il virus passadagli scoiattoli all’uomo

Allerta dei ricercatori della Florida per un patogeno di origine animale

Nell’Italia malata debiti per curarsi e rabbia antisistema

Italiani contro il sistema sanitario giudicato inefficiente e costoso: costretti a indebitarsi per le cure