Seehofer boccia Merkel Governo tedesco a rischio

  • Migranti

Il ministro dell'Interno tedesco Horst Seehofer ha bocciato l'accordo siglato da Angela Merkel con alcuni paesi dell'Unione europea sui "migranti secondari". Lo riferiscono fonti della Csu, facendo intendere che il governo tedesco è di nuovo a rischio. Seehofer nel corso di una riunione del partito a Monaco il ministro dell'Interno, che incarna l'ala destra dei conservatori, si è lamentato di aver perso tempo discutendo con il cancelliere e di essersi impegnato in queste settimane in una "trattativa che non ha avuto alcun esito". Seehofer chiede da tempo che la Germania respinga unilateralmente i migranti già registrati in altri paesi mentre Merkel ha avviato trattative bilaterali.

Merkel. Da parte sua Angela Merkel aveva detto che "un accordo con l'Italia" sui respingimenti rapidi alle frontiere tedesche dei richiedenti asilo già registrati "non era possibile". "L'Italia vuole prima ottenere una riduzione dei migranti che arrivano sul suo territorio", ha aggiunto la Merkel, spiegando che il premier Giuseppe Conte "ha detto che hanno l'impressione di essere stati a lungo piantati in asso". La Merkel ha assicurato di volere che "Cdu e Csu continuino a lavorare insieme", nonostante le minacce di crisi dei cristiano-sociali bavaresi sul tema dei migranti.   Intanto sia l'Ungheria che la Polonia hanno smentito di aver stipulato accordi di questo genere, come sostenuto dal governo tedesco.  A questo riguardo la Merkel ha parlato di "equivoci" sottolineando che si trattava solo di intese politiche. "Non abbiamo stipulato degli accordi", ha spiegato il cancelliere sottolineando che con questi Paesi c'è stato uno scambio "a livello politico". 

Articoli Correlati

Gli rifiutano l’asilomigrante si impicca

Giovane del Gambia non avrebbe retto alla vergogna del ritorno in patria

«Niente voli charterper rimpatri dalla Germania»

Il ministro dell'Interno Salvini: «Solo piccoli gruppetti. Italia non è campo profughi Ue»

Rimpatri dalla GermaniaSalvini: «Aeroporti chiusi»

Scintille sui respingimenti previsti dal trattato di Dublino. Ma la Baviera smentisce i voli charter