La Germania torna a casa tra rabbia e mestizia

CALCIO Dopo il tonfo, il rientro (amaro) a casa. La nazionale tedesca, eliminata dal Mondiale e sotto choc, è rientrata a casa, atterrando a Francoforte con un volo proveniente da Mosca. Nessuna voglia di parlare da parte dei giocatori, a parte il portiere Manuel Neuer, che ha commentato così la disfatta mondiale: «siamo furiosi con noi stessi. La sconfitta di ieri non ha nulla a che vedere con il nostro commissario tecnico, i colpevoli siamo noi giocatori». Ma in Germania il futuro del ct, Joachim Loew, nonostante il contratto prolungato di recente fino al 2020, continua a essere in discussione. E anzi la stampa si aspetta un vero e proprio processo. «Ci ragioneremo sopra la prossima settimana», ha fatto sapere una fonte federale.  Dopo la partita, il presidente della Federcalcio tedesca, Reinhard Grindel, ha avuto un colloquio con Loew che, a fine partita contro la Corea del Sud, si è preso «tutte le responsabilità di questo storico tonfo». Loew, in carica come ct dal 2006 dopo il Mondiale perso in casa contro l'Italia, aveva da poco rinnovato il contratto con la Federcalcio fino al 2020.

Articoli Correlati

La Croazia torna a casala festa è da vincitori

Centomila persone in strada a Zagabria, aereo scortato da due veivoli militari e festa come se la squadra avesse vinto. E, in un certo senso, lo ha fatto

La Francia MondialeMa che Croazia!

I Bleus campioni del mondo per la seconda volta nella loro storia: 4-2 ad una ottima Croazia. Nella storia anche Deschamps.

Croazia-Inghilterra 2-1croati in finale, Brexit inglese

Domenica sera al Luzhniki di Mosca la finale di questo bellissimo mondiale russo sarà Francia-Croazia