Bce: «No a passi indietro» In arrivo decreto dignità

  • economia

ROMA «Ulteriori rischi riguardano il rovesciamento delle riforme attuate. In alcuni Paesi (ad esempio in Italia e in Spagna) il rischio che si compiano passi indietro rispetto alle riforme pensionistiche precedentemente adottate sembra elevato». È quanto si legge nell’ultimo bollettino mensile della Bce.

Di Maio assicura: «C'è la copertura»

Intanto il vicepremier Luigi Di Maio - nonostante i dubbi di copertura e l’invito a spostare il Reddito di cittadinanza al 2019 giunti dal ministro dell’Economia, Giovanni Tria - annuncia: «Il decreto dignità sarà al più presto in approvazione al Consiglio dei ministri, tra lunedì e martedì. Stiamo lavorando alla stesura definitiva ma non ci saranno stravolgimenti». Sarà «guerra al precariato» e «le coperture ci sono e saranno inserite nella prossima legge di Bilancio». Ma che qualche problema vi sia lo testimonia anche lo slittamento del provvedimento, proprio per le verifiche sulla copertura. «Tutti i decreti hanno bisogno di essere istruiti presso la presidenza del Consiglio, presso gli uffici - ha ricordato il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Riccardo Fraccaro - ci sono degli approfondimenti, ma io credo che lunedì sera il decreto dignità potrebbe essere emanato senza grossi problemi». «È un decreto salva Di Maio - replica il Pd - propagandistico e con misure nulle, se non dannose».

METRO

Articoli Correlati

Il reddito è in crescitama il Pil italiano frena

Secondo l’Ocse siamo individualmente più ricchi ma meno produttivi

Scatta la prima fase della "pace fiscale"

Draghi avverte l’Italia: «Serve responsabilità». Il 13 scade il termine per rivedere la manovra

Pil, crescita a zeroIstat: "Economia stagnante"

Nel terzo trimestre del 2018 la crescita non c'è