Pronto taglio dei vitalizi Ma scattano i ricorsi

  • camera

ROMA «Un ulteriore passo per il superamento definitivo dei privilegi». Così il presidente della Camera, Roberto Fico, ha definito la sua proposta di delibera taglia-vitalizi che prevede il ricalcolo secondo il metodo contributivo dell’attuale sistema di assegni erogati dalla Camera agli ex parlamentari. «Parliamo di 1.338 vitalizi che saranno tagliati dal 40 al 60% - ha precisato Fico - e il ricalcolo, elaborato insieme a Inps e Istat, permetterà un risparmio di circa 40 milioni di euro all’anno. Significa 200 milioni di euro a legislatura».

«Poi tocca alle pensioni d'oro»

Ora la delibera inizierà il suo iter e se verrà approvata le nuove norme entreranno in vigore dal prossimo primo novembre. Ma l’associazione degli ex parlamentari annuncia ricorsi e battaglia legale, mettendo in evidenza «i vizi di costituzionalità nell’applicare retroattivamente la legge Dini». «Se ne facciano una ragione - ha replicato il ministro Luigi Di Maio - quelli sono privilegi rubati non sono diritti acquisiti». E il vicepremier rilancia: «Dopo i vitalizi passeremo alle “pensioni d’oro” superiori ai 4.000-5.000 euro».

METRO

Articoli Correlati

Milleproroghe, la Cameraapprova la fiducia

La prima fiducia chiesta dal governo Conte

Sul Ddl Scuola150 emendamenti

Ora la presidenza della commissione Cultura deciderà quali sono ammissibili. Via libera della commissione Finanze

Scuola, stralciatoil cinque per mille

La misura in favore delle paritarie sarà spostata in un futuro provvedimento di carattere fiscale