Le donne di Saudek finiscono al cinema

  • Cinema/Fotograf

ROMA Tradite o amate pazzamente, ferite o sostenute e poi devote come a un piccolo dio. Sono mogli, figlie, amanti, partner sessuali, ammiratrici, colleghe. Sono le donne della vita del fotografo ceco di fama internazionale Jan Saudek che dalle donne partiva e alle donne  ritornava in ogni spazio della sua vita. Pubblico e privato. Le donne erano il solo e unico fulcro.

E questo ci mostra Fotograf, da giovedì al cinema, interpretato da Karel Roden, diretto da Irena Pavlásková che lo presenta così: «La storia è̀ condita di humor, giacché il nostro protagonista è dotato di un enorme senso dell'umorismo che volevo mostrare. Poi il film svela i segreti dell'opera di Jan e si immerge  nel bizzarro e suggestivo mondo della folla di donne che lo circondano». Vi sorprenderà. 

SILVIA DI PAOLA