Lez: commercianti contro il Comune

  • MILANO/LEZ

AMBIENTE «Indietro non si torna». Così mercoledì  il sindaco Sala ha risposto alle critiche dei commercianti all’annunciata Low Emission Zone, il provvedimento che vieterà l’accesso in città ai veicoli diesel fino agli euro 4 compresi. «Cercheremo di studiare qualche misura che attenui la problematica - ha concesso, - ma mi sembra che l’aria sia una priorità. Per cui la nostra determinazione c’è ed è totale, con la flessibilità di capire se possiamo concederci, come succede in altre città, qualche permesso nel corso dell’anno». Allo studio ci sarebbero deroghe per l’accesso delle auto al centro di sabato. «Il tema è in discussione e ovviamente  siamo disponibili a parlarne con i commercianti».

Troppo poco per l’Unione Artigiani di Milano, Monza e Brianza che stima in 30 mila le realtà economiche danneggiate dal provvedimento. «L’impatto di un provvedimento di questa portata – ha detto il segretario generale Accornero - potrebbe essere devastante per le micro, piccole e medie imprese e per gli artigiani, persino per quelle in possesso di un automezzo recente con motore euro 4». E una richiesta d’aiuto Sala l’ha rivolta all’esecutivo affinché vari aiuti per rottamare i veicoli più inquinanti e le caldaie più datate. «Oggi gli incentivi ci sono, ma sono inefficaci. Questo Governo si presenta come molto sensibile ai temi dell’ecologia, lo chiameremo al loro dovere». METRO