Fucile a piombini per zittire il dj

  • Roma

ROMA Forse il volume della musica era troppo alto, gli schiamazzi sgraditi. E così la festa di compleanno di un professionista romano è stata interrotta con due colpi di fucile ad aria compressa, uno dei quali ha centrato il dj che animava la serata. Prima ancora che l’uomo, un 41enne di nazionalità francese, realizzasse di essere stato ferito,  musica e  voci si erano interrotte per i due colpi sordi avvertiti dai presenti.

È accaduto in pieno centro nella notte tra venerdì e sabato, in via di San Teodoro. La festa privata era stata organizzata nell’area che nei fine settimana ospita il mercato della Coldiretti. Sul posto sono subito accorsi i carabinieri della stazione di Piazza Venezia. Nel frattempo il dj è stato ricoverato all’ospedale San Camillo per un dolore alla spalla, che aveva iniziato a sanguinare. Qui, dopo una radiografia, i medici hanno individuato ed estratto un piombino di 5 millimetri di diametro.

I militari si sono messi subito al lavoro per individuare i possessori di porto d’armi nella zona della festa e sono risaliti a un pensionato di 88 anni, il cui appartamento affaccia proprio sull’area affittata per la festa. In casa l’anziano deteneva altri 10 fucili da caccia sparsi per l’abitazione. Davanti ai carabinieri l’uomo, ex avvocato, non ha proferito parola. Anche se il quadro indiziario nei suoi confronti è pesante, al momento è stato denunciato solo per omessa custodia di armi da sparo. I fucili gli sono stati sequestrati e il suo porto d’armi è stato sospeso.

PAOLO CHIRIATTI

Articoli Correlati

Insetti nella farinachiuso un forno a Navona

Carenze igienico sanitarie hanno portato alla chiusura di un forno

Sassi dal campo romper rapinare automobilisti

I quattro responsabili residenti presso il campo nomadi di Castel Romano

Contro i roghi tossicii blocchi dei vigili a La Barbuta

Il comandante Di Maggio: «Rischi non solo per la salute ma anche per la sicurezza degli aerei a Ciampino»