Scacco alla mafia di Montespaccato

  • Roma

ROMA Montespaccato era cosa loro. Un intero quartiere, e molte delle sue attività commerciali erano sotto il controllo di Franco e Roberto Gambacurta, di 64 e 56 anni, ritenuti dalla Dda di Roma i boss di un sodalizio a conduzione prevalentemente familiare. Sono 58 gli arresti effettuati dai carabinieri del Nucleo investigativo e del comando provinciale di Roma, assieme alla polizia e alla Guardia civil. Le indagini sono state coordinate dal procuratore aggiunto della Dda Michele Prestipino. Tra le persone in manette ci sono anche cittadini sud americani e spagnoli, bloccati nella penisola iberica.

Per la prima volta nei confronti del gruppo criminale guidato dai Gambacurta, già colpito da inchieste, è scattata l’aggravante del metodo mafioso. Sequestrati anche conti correnti, denaro, veicoli e immobili.

Dal traffico internazionale di stupefacenti, passando per le estorsioni il sequestro di persona e l’usura, il sodalizio aveva acquisito un prestigio indiscutibile trattando alla pari con gruppi legati alla camorra e alla ‘ndrangheta: dalle indagini emerge che due pericolosi latitanti calabresi avevano ricevuto assistenza e ospitalità dai Gambacurta. Franco era considerato il boss “con la coppola”: un capo che risolveva controversie dal suo quartier generale, il bar Romeo di piazza Cornelia. In un caso di estorsione e usura nei confronti di due imprenditori edili di Modena, che si erano indebitati anche con il sodalizio criminale riconducibile al clan Senese, i Gambacurta si erano affidati a un altro boss di primissimo piano legato alla Banda della Magliana, Salvatore Nicitra, in una sorta di “arbitrato” per mantenere la pace tra i due gruppi malavitosi. Dalle indagini emergono collegamenti con Roberto Lacopo, uomo di fiducia di Massimo Carminati. E per impossessarsi di alcune attività il gruppo utilizzava anche minorenni per minacciare e picchiare i commercianti.

PAOLO CHIRIATTI

Articoli Correlati

Atac, a Roma arrivano227 bus in usufrutto

Roma Capitale si doterà di una flotta di 227 autobus per la durata di 12 anni

Campidoglio, Sara Secciaè vicepresidente vicario

Sara Seccia vicepresidente vicario dell'Assemblea capitolina

Via Capranica sgomberatadopo ore di tensione

Grande operazione di polizia a Primavalle. Il Campidoglio: “Accoglienza alle 199 persone censite”