Il Frosinone in A con multa e squalifica

  • Calcio

CALCIO Più che una partita,  una zuffa, quella tra Frosinone e Palermo, la finale dei playoff che ha riportato i ciociari in A con una vittoria per 2-0 tra le mura amiche dello “Stirpe”. Zamparini aveva tuonato: «È stata una partita illegale, porteremo le prove: è stata diretta da un amico di famiglia!» E nella polemica erano entrati Malagò, n°1 del Coni, accusato di aver mancato di rispetto agli isolani, e il sindaco palermitano Orlando, schieratosi a fianco della squadra. Ma la richiesta di “giustizia» si è infranta sul giudice sportivo: «I fatti accaduti non configurano violazioni tali da determinare la perdita della gara per 0-3» o la ripetizione della gara. Il Frosinone, però, è stato multato, e il suo campo squalificato per 2 turni (porte chiuse) per le intemperanze del pubblico e l’antisportività dei raccattapalle che hanno fatto perdere tempo. Il Palermo ha annunciato reclamo alla Corte Sportiva d’Appello.

METRO

Articoli Correlati

Lazio-Udinese 2-0L'Europa è di nuovo nel mirino

Nel recupero della 25esima giornata la squadra di Inzaghi supera i friulani e sale a quota 52 punti, a -3 dal quarto posto occupato dal Milan

Skriniar avverte l'Inter«Dzeko pericolo numero uno»

In vista del big match di sabato sera il difensore nerazzurro indicanel bosniaco l'uomo che può portare maggiori problemi alla retroguardia interista

Milan, caso Acerbiora indaga la Procura

Il Milan ha fatto sapere ieri con una nota che «intende cooperare con la Procura su quello che ormai è il "caso" Kessie-Bakajoko