Inchiesta Dieselgate, fermato l'ad di Audi

  • Germania

L'amministratore delegato di Audi, Rupert Stadler, è stato fermato dalle autorità tedesche nell'ambito dell'inchiesta sul "dieselgate", lo scandalo sulla falsificazione delle emissioni di vetture munite di motore diesel. Lo riferisce la procura tedesca.

Maxi multa a Volkswagen.  Nei giorni scorsi la Volkswagen ha confermato che pagherà una multa di un miliardo di euro in Germania, riconoscendo così "la sua responsabilità" nello scandalo dei motori diesel truccati. L'ufficio del procuratore di Braunschweig "ha rilevato violazioni del dovere di vigilanza" all'interno dell'azienda e "ha ordinato a Volkswagen di pagare una multa", ha annunciato il gruppo in una nota. "Dopo un'attenta verifica, Volkswagen accetta la sanzione e non presenterà alcun ricorso", aggiunge il produttore, che "vede un importante passo in più per superare la crisi del diesel". 
   Volkswagen ha ammesso nl 2015 di aver utilizzato un software in grado di distorcere i risultati dei test di emissione, nascondendo il livello reale di inquinamento con gli ossidi di azoto (NOx), che aumentano il rischio di malattie respiratorie e cardiovascolari. La piu' grande casa automobilistica del mondo ha ammesso di installare questi software infallibili su 11 milioni di veicoli in tutto il mondo. 
   Se il pagamento della multa "pone fine alla procedura amministrativa contro Volkswagen", gli attuali ed ex alti funzionari del gruppo rimangono oggetto di indagini in Germania e negli Stati Uniti.

Articoli Correlati

Xenofobia, è allarmeLa condanna della Merkel

Caccia allo straniero a Chemnitz dopo la morte di un tedesco

Spd, sì alla MerkelVia libera alla Grosse Koalition

Il nuovo governo della cancelliera si avvicina

Angela in cerca di record e alleati

Il voto in Germania segnerà la sua quarta vittoria, ma non sarà semplice formare il governo