Salvini sui migranti rivendica la linea dura

  • Migranti

Roma La nave Aquarius scortata dalle corvette italiane è arrivata in Spagna dove ha sbarcato nel porto di Valencia gli oltre 600 migranti che trasportava. Ad accoglierli molti volontari festanti, ma anche le proteste della destra spagnola. Il Paese infatti è diviso come tutti gli altri, e queste vicende hanno e avranno ripercussioni consistenti sull’intera Europa. 
E anche in Italia la politica continua a tenere al centro il tema migranti. Con il ministro dell’Interno Salvini che rivendica e conferma la linea dura.  «In questa settimana ho lavorato per diminuire gli sbarchi, nelle prossime settimane inizierò a lavorare per aumentare le espulsioni. Perché non basta farne partire di meno», ha affermato nel corso di un comizio a Cinisello Balsamo. E poi ha attaccato quello che chiama il “business” dei migranti: «Stiamo dando fastidio a chi voleva far arrivare nuovi schiavi, magari da far lavorare in false cooperative che non pagano le tasse. Queste cooperative che accolgono i presunti profughi lo fanno perché hanno il cuore d’oro. Sono generosi a 35 euro al giorno. Voglio vedere se gli taglio un po’ questi 35 euro se continuano a farlo lo stesso». Contro Salvini è comparsa una scritta minacciosa («Muori male») a Trento. Mentre gli attacchi politici arrivano da Laura Boldrini («Mi chiedo che essere umano sia uno che riesce a dire “la pacchia è finità quando ancora ci sono cadaveri che galleggiano in mare?») e Matteo Renzi, per il quale «un milione di like non vale una vita, Salvini fa il bullo  con 629 poveri disgraziati, ma non cambia niente».

Articoli Correlati

Salvini indagato per la Open Arms

Ipotesi sequestro di persona per la nave della ong con a bordo migranti

Un patto tra Malta e Libiaper fermare i migranti

La rivelazione del Times of Malta: collaborazione per non farli entrare nelle acque territoriali

Morti 39 migrantiassiderati dentro un tir

L'orrore scoperto nell'Essex, 25 km ad Est di Londra. Il camion veniva dal Belgio