L'esordio di Di Maio sarà il Decreto dignità

  • Lavoro

ROMA Il primo decreto del ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio si chiamerà «Decreto dignità» e avrà quattro punti fondamentali: facilitazioni per le imprese (eliminare «tutte quelle cose come spesometro, redditometro e studi di settore»); stop alle delocalizzazioni; lotta alla precarietà («a partire dalle garanzie per i riders») e messa al bando della pubblicità del gioco d’azzardo.

METRO

Articoli Correlati

Cassazione: mobbingpuò diventare lesioni

Confermata condanna per un datore di lavoro che aveva vessato un dipendente scatenando una patologia psichiatrica

Governo, sugli 8000 postiè battaglia con Boeri

Di Maio evoca il complotto. Tria: "Stime prive di prive di basi scientifiche"

Decreto dignità in Aulatra due settimane

Scontro sui voucher tra Lega e M5S. Visco invita alla prudenza e all'equilibrio sui conti