Scritta antisemita contro un negoziante

  • TORINO

TORINO «Questo è un negozio ebreo». Riporta alla mente le leggi razziali e la segregazione degli ebrei la scritta sul foglio appeso nella notte tra lunedì e martedì sulla serranda di un parrucchiere a San Maurizio Canavese. La saracinesca è stata imbrattata con vernice rossa.

Sul caso hanno iniziato a indagare i carabinieri della Compagnia di Venaria ai quali il titolare del negozio ha riferito di non essere ebreo, né di aver parenti ebrei. Una scritta che risulta inspiegabile, almeno per il momento. Per questo gli investigatori dell’Arma non escludono che possa essersi trattato di uno scherzo di pessimo gusto. Non vengono sottovalutate neanche altre piste, visto che nel centro di San Maurizio Canavese nei giorni scorsi è stata incendiata un’auto.

ANDREA GIAMBARTOLOMEI

(Immagine tratta dal profilo Facebook di Francesco Vivenza Reporter)

Articoli Correlati

Servizi anagraficidall'edicolante

La novità “elimina code” sarà disponibile da marzo

Pedofilia sul webScandalo a Venaria

Nei guai tre dipendenti del Comune, anche per peculato

Ucciso per debitiPreso l'assassino

Il regolamento di conti all'interno della comunità indiana