La sindaca ricomincia da Tor Bella Monaca

  • Roma

ROMA Dopo la batosta elettorale nei Municipi III e VIII, Virginia Raggi ieri è tornata sul territorio per ascoltare i problemi dei cittadini. Ha scelto un quartiere difficile, Tor Bella Monaca, in concomitanza con l’apertura dei cantieri in via dell’Archeologia, dove è iniziato il rifacimento integrale di un km di strada.

Attorno alla sindaca si è subito formato un capannello di residenti, alcuni incitandola, altri chiedendosi ironici a cosa fosse dovuto l’onore della visita. Molte donne, signore anziane e madri, hanno elencato i problemi del quartiere: soffitti delle case popolari che perdono acqua, strade dissestate, spazzatura nelle strade e alberi che cadono. «Siamo abbandonati qui, come si diceva una volta siamo nel Bronx, non ci rimane che venire ad occupare gli uffici del Comune», si è sfogata una signora. «Sono qui per ascoltarvi» ha risposto la sindaca, stringendole le mani.  Un ragazzo ha protestato: «Qui sono già venuti Alemanno, Marino, ma non è cambiato nulla». Il rappresentante del comitato di quartiere ha puntualizzato: «Non siamo solo cittadini di serie B, siamo 28 mila abitanti e ci sono migliaia di persone che la mattina si alzano e vanno a lavorare, non solo delinquenti». La prima cittadina ha provato a rassicurare: «Lo scorso anno il Municipio è intervenuto sulle cose più gravi, come impianti fognari e bagni. Sarà mia cura informarmi presso il Dipartimento Patrimonio per sapere a che punto sono le procedure per gl interventi nel quartiere».

Articoli Correlati

Sul nuovo stadio gli esposti sono tre

La procura ha 60 giorni per esprimersi sulle indagini relative alla sindaca Raggi

Campidoglio: Salvinitorna ad attaccare

Il ministro: «Il sindaco non ha il controllo della città»

Stadio, Raggi indagataIl gip: "No a archiviazione"

Stadio della Roma, il gip non ha accolto la richiesta di archiviazione per la sindaca di Roma