L’Utopia di Bjork apre Caracalla

  • Roma/Musica

ROMA Sarà un concerto di Bjork a inaugurare domani, a partire dalle 21, alle Terme di Caracalla la stagione estiva del Teatro dell'Opera. 
La grande artista islandese, che con il suo percorso unico e innovativo ha forgiato la storia recente della musica contemporanea, torna così ad esibirsi nella Capitale in un appuntamento nato dalla collaborazione fra il festival “Just Music” e lo stesso Teatro dell'Opera. 

Al centro del concerto c’è l'ultimo lavoro discografico intitolato “Utopia”, uscito a tre anni di distanza da “Vulnicura”, una sorta di concept-album interamente dedicato alla sofferta separazione dal marito.

«Quell'album - spiegò Bjork ai tempi dell'uscita del disco - è stato un pò come divorziare: è stato un inferno. Con “Utopia” abbiamo creato un paradiso. Riguarda l'utopia e l'essere innamorati. Spendere del tempo con una persona che ti piace accade quando il sogno diventa reale». 

Sempre più virato verso la sintesi e la musica elettronica, l'album conferma l'attitudine della cantante e musicista di Reykjavik, quella di sperimentare e mettere insieme i generi più distanti, dal rock alla musica classica. 

Anche nella dimensione live - e questo tour non fa eccezione - rimane inalterata la sua attrazione per la dimensione visuale che rende ogni suo concerto un'esperienza potente e di fortissimo impatto multisensoriale. Info: 06481601

STEFANO MILIONI

 

Articoli Correlati

Ghali in concertotra musica e teatro

Domani sarà sul palco del Palalottomatica

Buongiorno Italia, arriva il trap di Jesto

Stasera salirà sul palco dell’Orion di Ciampino

L'opera di Bernstein apre Nuova Consonanza

“Trouble in Tahiti” inaugura domenica alle 19 la 55esima edizione del festival al Palladium