Uccisa una donna Un’altra è scomparsa

  • MILANO/FEMMINICIDIO

MILANO Un femminicidio già confessato. Un altro assai probabile. È il terribile bilancio del weekend appena passato. Da ieri pomeriggio sono in corso nel canale della Muzza all’altezza della centrale elettrica di Paullo le ricerche della 21enne Sara Luciani, scomparsa da venerdì sera. Lì, infatti, nella serata di ieri, i vigili del fuoco hanno recuperato il paraurti con la targa della golf del 31enne Manuel Buzzini, l’uomo trovato impiccato sabato mattina in un cortile di via Mantova, a Melzo. L’allarme era scattato subito dopo il ritrovamento del cadavere del ragazzo. Per ora  si sa che i due avevano lasciato la casa dove abitavano con i genitori di lei venerdì sera a bordo dell’auto di Buzzini, da lì in poi è mistero. Sabato mattina è stato trovato cadavere di lui, con gli abiti bagnati e le scarpe sporche di fango, nel cortile della casa di sua nonna, mentre lei è sparita così come la Golf. Gli investigatori sospettano che l’operaio abbia spinto l’auto nel canale mentre la ragazza era ancora dentro e senza cellulare. Immediate le ricerche con elicotteri e sommozzatori nella Muzza e lungo l’Adda, fino al macabro ritrovamento del pezzo di auto che non lascia presagire nulla di buono. Secondo quanto appurato ai carabinieri, ai familiari e conoscenti non risultavano problemi nella relazione tra i due. L’ipotesi investigativa è quella dell’omicidio-suicidio.
Si tratta sicuramente di omicidio, invece, la morte della 49enne equadoregna Alexandra Mora Alvarez del Rocio, accoltellata all’alba di domenica dal compagno in via Pezzotti, davanti alla discoteca B-52. Fatale il colpo che l’ha raggiunta all’emitorace, inferto con un coltello da cucina. A scatenare la follia omicida di Antonio Nunez Martinez, magazziniere 41enne regolare e incensurato, di origini domenicane, la gelosia (e l’alcol). A confermarlo ai pm lo stesso Martinez, che è stato arrestato subito dopo l’omicidio. I due si frequentavano da alcuni mesi. L’uomo si trova a San Vittore.