La dipendenza del Brasile dalla "stella" Neymar

  • Verso Russia 2018

CALCIO Parliamoci chiaro: tanti campioni nella stessa squadra li troverete solo nel Brasile. Eppure, la squadra verdeoro arriva in Russia per vendicare lo smacco subito in casa quattro anni fa, quando fu eliminata dalla Germania con una goleada umiliante (7-1). Tante cose sono cambiate in questi anni, a partire dal ct. Nella rosa figurano il portiere della Roma Allison, Marcelo, Miranda e l’ex Milan Thiago Silva: a centrocampo Casemiro e la coppia del Barcellona Coutinho-Paulinho, finendo con l’attacco stellare griffato Neymar, Firmino, Douglas Costa e Gabriel Jesus. Un difetto? Forse c’è. Ed è nella dipendenza da Neymar. Anche quattro anni fa la nazionale carioca crollò quando il suo giocatore migliore si infortunò. Oggi forse le cose sono migliorate (il ct Tite ci ha lavorato, tanto che nei 6 match giocati senza O'Ney sono arrivate 4 vittorie ) ma il cordone ombelicale non è stato ancora spezzato. La Selecao debutterà il 17 contro la Svizzera, poi il 22 toccherà al Costa Rica. Infine la Serbia il 27. L’obiettivo, naturalmente, è riportare in Brasile la Coppa.

METRO

Articoli Correlati
Verso Russia 2018

Inghilterra di sostanzama con poca classe

Svetta Kane, “Hurricane”, per la nazionale più antica
Verso Russia 2018

Il Belgio di De Bruynee il fantasma Nainggolan

Girone abbordabile per i belgi, che incredibilmente hanno lasciato a casa il Ninja
Verso Russia 2018

Occhio alla Francial'attacco è devastante

Conosciamo le squadre che parteciperanno al Mondiale di Russia. I galletti francesi hanno un centrocampo impressionante ed un attacco da paura