Fiori e silenzio, Torino ha ricordato Erika Pioletti

  • TORINO

TORINO Fiori e silenzio. A un anno dalla tragedia di piazza San Carlo, i rappresentanti delle istituzioni, di Juventus, Torino e Figc si sono incontrati per ricordare Erika Pioletti, la 38 enne morta dopo essere stata schiacciata dalla folla in fuga per il panico scatenato da alcuni rapinatori mentre in piazza veniva trasmessa la finale di Champions League tra Juventus e Real Madrid.

A lei va il pensiero di un’altra donna, Marisa Amato, rimasta paralizzata dopo essere stata calpestata dalle persone in fuga: «Voglio tornare a casa e vivere, seppur in modo diverso, la mia quotidianità fuori da queste mura tristi di quello che è l’ospedale», ha scritto su Facebook.
In piazza San Carlo il Comune di Torino ha deposto una corona di fiori gialli e blu, i colori della città, mentre una tromba ha intonato le note del silenzio. Dopo un momento di riflessione, si è levato l’applauso dei presenti, un centinaio di persone. La sindaca Chiara Appendino si è poi allontanata con i parenti di Erika Pioletti. Tra le autorità  presenti in piazza anche il prefetto di Torino, Renato Saccone. Per la Juventus c’era il consigliere Paolo Garimberti: la società calcistica ha deposto una corona di fiori e sul suo sito Internet ha pubblicato un ricordo.

ANDREA GIAMBARTOLOMEI

Articoli Correlati

Metro 2: nel 2030 porterà oltre 300 mila passeggeri

Presentato il percorso: da Orbassano a San Mauro, 26,5 km per 33 fermate. Costerà: 3 miliardi

Appendino "blinda" la sua assessora

"I disagi di piazza Baldissera ereditati dal passato", dice Appendino. Presto il progetto

Piazza BaldisseraCaos senza fine

Una task force di esperti tenterà di risolvere gli ingorghi nel quadrante nord di Torino