Con Raz & The Tribe alla scoperta delle civiltà

  • Tv/Sky Atlantic HD

ROMA Rituali ancestrali, pratiche sciamaniche, cannibalismo. E ancora: cerimonie di iniziazione, animismo, paesaggi incontaminati, e cruente - e a volte spettacolari - prove di sopravvivenza. Raz Degan protagonista di un viaggio estremo, pericoloso e insieme affascinante, con tre destinazioni (Etiopia, West Papua e Sumatra) e tre amici e compagni di viaggio, uno per ciascuna meta: Asia Argento, Piero Pelù e Luca Argentero. Dai reality che lo hanno visto protagonista, dopo il successo dello scorso anno de L’ultimo sciamano, l’attore, regista e fotografo israeliano sperimenta così un nuovo tipo di televisione, meno reality ma davvero aderente alla realtà.

Da domani alle 23.15 su Sky Atlantic Hd arriva in prima visione assoluta Raz & The Tribe, una docuserie in quattro episodi che racconta il viaggio alla scoperta delle più antiche tribù ancora esistenti. Disponibile anche su Sky On Demand. 

Degan ha deciso di spingersi ai confini del mondo “civilizzato” per incontrare e vivere in totale immersione con alcune delle ultime tribù primitive rimaste nel pianeta: popolazioni tribali che da più di trentamila anni vivono secondo immutabili regole ancestrali e che oggi rischiano di scomparire.

Tema centrale di questi quattro episodi sono proprio i rituali di iniziazione - ora mistici, ora religiosi, spesso pericolosissimi - ai quali Raz avrà l’opportunità di partecipare per cercare di avvicinarsi quanto più possibile al senso più profondo di ciò che tiene insieme le tribù che lo ospiteranno.

In ogni episodio Degan esplorerà un territorio diverso, entrando in contatto con la tribù del luogo: qui, insieme al suo ospite, vivrà per giorni in simbiosi con la popolazione locale, condividendo ogni aspetto della vita quotidiana, dalla lotta per procacciarsi il cibo e l’acqua, alla preparazione e alla condivisione dei pasti, fino alle cerimonie religiose, scandite dalle severe e a volte - ai nostri occhi - cruente leggi a cui si ispira la vita tribale.

Al termine della convivenza Raz e i suoi ospiti avranno il privilegio di assistere ad un rituale di passaggio, la cerimonia tradizionale che più caratterizza le tribù ospitante. Rituali così lontani da noi che metteranno duramente alla prova la resistenza, non solo fisica, di Raz, Asia, Piero e Luca. Dalla convivenza con questi uomini e donne nasceranno inevitabili interrogativi sul senso della vita stessa.

Nello specifico, ecco cosa succederà nelle singole puntate.

- Puntata di stasera - Il salto del Toro
Destinazione Etiopia insieme ad Asia Argento: incontrano nella Valle dell’Omo la tribù degli Hamar, popolo di allevatori dai rituali controversi. I due avranno la possibilità di assistere al “salto del toro”, una particolare cerimonia di iniziazione che segna per i giovani maschi della tribù il passaggio dalla giovinezza alla vita adulta e che gli darà diritto di sposarsi, possedere bestiame e avere figli. 

- Puntata dell'11 giugno - Il tatuaggio Sikerei 
Con Piero Pelù, Degan raggiunge Sumatra, in particolare l’isola di Siberut, la più grande del selvaggio arcipelago di Mentawai. Nella giungla scopriranno la millenaria tradizione del tatuaggio Mentawai e le pratiche sciamaniche sikerei. Famosi sono i loro tatuaggi che si estendono su tutto il corpo che, a differenza di altre popolazioni tribali, non sono legati al compimento dell’età adulta ma rappresentano dei trofei che si guadagnano nel corso della loro vita.

- Puntata del 18 giugno - La cerimonia Waya Wita
Tappa in Papua Occidentale alla ricerca dei Dani, gruppo etnico dominante della Valle del Baliem, negli altopiani centrali del Paese. Popolo di guerrieri e cacciatori dai costumi molto particolari: non usano vestiti e gli uomini coprono i genitali con l’holim, un astuccio ricavato dalla zucca che rappresenta la forza vitale. Degan e Luca Argentero potranno vivere  la cerimonia del passaggio del potere del capo tribù al figlio. 

- La puntata del 25 giugno - Gli extra
In onda andranna tutte le immagini inedite del docureality. 

METRO