“Tuo, Simon” racconta l'omosessualità ai giovani

  • Cinema/Tuo Simon

ROMA Il giovane Simon, che ha la faccia di Nick Robinson, giovane star  volata dal teatro a Disney Channel per “Jurassic World”, non ha ancora detto a nessuno di essere gay e si è follemente innamorato on line di un compagno di cui non conosce l'identità. Però ha una certezza: «Ognuno ha diritto ad una grande storia d'amore». 

Parte e si snoda da qui “Tuo, Simon” regia di Greg Berlanti, che Fox manda oggi al cinema.

Il film è tratto dal bestseller  della psicologa Becky Albertalli, scritto quando suo figlio non aveva ancora un anno, tra poppate e notti insonni «per rilassarsi appena lui si addormentava».

La Albertalli  con questo romanzo è entrata a far parte della National Book Award Longlist.

E se Nick Robinson sottolinea che «questo film ha il potenziale per raggiungere un pubblico molto vasto e per aiutare alcuni soggetti di cui si parla poco. Anche se è una storia d'amore tra coetanei, è una storia raccontata come mai era stato fatto prima perché Simon riesce a trasformare le situazioni più deprimenti in momenti comici e questo rende tutto accattivante», Katherine Langford, la star di “Tredici”, sintetizza: «È una storia che toccherà tutti perché è impossibile, per qualunque fascia d'età, non identificarsi».

Di più. Con le parole della veterana Jennifer Garner: «Il film parla del coraggio di farsi valere e rispettare. Per questo è per tutti».

SILVIA DI PAOLA