Mamma salva sposa bambina

  • MILANO/MINORI

CITTA'  Solo il coraggio della madre avrebbe impedito a un bambina di 10 anni di finire in sposa a un 22enne. La donna, infatti, avrebbe stracciato il suo passaporto e quello della piccola per impedirle l’imbarco verso il Bangladesh, dove il padre l’aveva promessa a un parente. A raccontarlo, “Il Giorno”. L’uomo, che la moglie ha accusato di numerosi maltrattamenti, non avrebbe desistito e si sarebbe recato subito in Questura e al consolato per fare un duplicato del documento. È stato allora che la donna si sarebbe decisa a raccontare tutto alla polizia, riferendo del matrimonio combinato; del fatto che la piccola vivesse segregata in casa; che non potesse andare a scuola; che potesse leggere solo il Corano. Ha anche riferito delle violenze da lei subite: in un episodio, il marito l’avrebbe ferita con un coltello perché si era permessa di cucinare senza permesso. 
Tutte accuse che il padre, ora sotto processo, ha negato. Oggi mamma e figlia vivono in una comunità protetta. Intanto infuriano le proteste. Per il leghista Grimoldi la storia «conferma che integrare un certo Islam è impossibile»; per il forzista Maullo, «un certo Islam appoggia la pedofilia», mentre l’assessore regionale alla Sicurezza, De Corato, ha invocato una legge nazionale contro le moschee.