Metro C congestionata dalla troppa affluenza

  • Roma

ROMA «Esattamente come previsto nelle settimane scorse dal Codacons, l’apertura della stazione della metro C San Giovanni sta causando pesanti ripercussioni sulla circolazione metropolitana, a causa della congestione di passeggeri nel nodo di scambio con la linea A, soprattutto nelle ore di punta. Il caos è scoppiato anche ieri mattina, quando migliaia e migliaia di viaggiatori scesi dalla metro C sono stati bloccati ai tornelli, a causa delle banchine già stracolme di passeggeri e non più in grado di sostenere l’afflusso di utenti. Una congestione totale, come testimonia il video realizzato dal Codacons e pubblicato sulla pagina Facebook dell’associazione, con disagi per migliaia di cittadini». Lo comunica, in una nota, il Codacons.

«Facili profeti»

«Lo avevamo detto ed è successo: la linea A, nelle ore di punta già stracolma, non è in grado di accogliere i passeggeri provenienti dai treni della metro C, e il rischio è un vero e proprio collasso del trasporto metropolitano - afferma il presidente Carlo Rienzi - questo avviene perché la frequenza dei treni sulla metro C è insufficiente, e far passare i convogli ogni 12 minuti crea prevedibili e inevitabili intasamenti a San Giovanni. Per questo chiediamo ancora una volta di incrementare la frequenza dei treni sulla linea C in modo da evitare la congestione della stazione San Giovanni e i disagi per i cittadini», conclude Rienzi.

METRO

Articoli Correlati

Metrovia, think tankper Roma 2030

Domenica 18 al Macro "Effetto Rete. Think tank per Roma 2030"

Smog, da gennaionuove restrizioni

A rischio i diesel Euro 3, accordo tra Regione Lazio e ministero dell'Ambiente

Stretta su alcole prostituzione

Il nuovo regolamento di polizia urbana di Roma: ecco le norme anti degrado