Il Milan ha un mese per convincere l’Uefa

  • Calcio

CALCIO A metà giugno il Milan saprà se potrà partecipare o meno alla prossima Europa League. Sulla testa dei rossoneri pende il giudizio dell’Uefa: il Milan ha provato a patteggiare per le sanzioni relative alle deviazioni dai parametri del fair play finanziario, ma la sua proposta di accordo è stata respinta in prima battuta con il no dell’Uefa al settlement agreement: cinque giudici, decisione a maggioranza. Ora si attende il giudizio dell’organo di Controllo Finanziario per Club della Uefa. Il Milan presenterà una memoria scritta e potrebbe essere sentito. Se sarà escluso dalle Coppe potrebbe fare ricorso al Tribunale Arbitrale dello Sport di Losanna.

Articoli Correlati

Caos Serie BPer ora resta a 19 squadre

Il Tar del Lazio ha revocato il decreto presidenziale che la sezione, con un altro presidente, ha emesso sabato accogliendo i ricorsi di Pro Vercelli e Ternana

Empoli-Lazio 0-1I biancocelesti soffrono ma passano

Basta un gol di Parolo ai biancocelesti per sbancare il Castellani. Ma i toscani vendono cara La squadra di Inzaghi sale così a quota sei punti in classifica

Ronaldo, è doppiettaLa Juventus già vola

Juventus-Sassuolo 2-1. Per il portoghese prima rete (con doppietta) in bianconero- La squadra di Allegri sempre più padrona del campionato