Gli arrivi in salita riaprono il Giro

  • Giro d'Italia

Ciclismo   Traballa il regno di Simon Yates. L’arrivo in salita di Prato Nevoso, conclusione della 18/a tappa del Giro d’Italia scattata da Abbiategrasso, mina le certezze del corridore da 13 giorni maglia rosa. Il britannico va per la prima volta in difficoltà: succede negli ultimi due chilometri, quando perde terreno rispetto ai rivali e vede così ridurre il suo vantaggio in classifica: l’olandese Tom Dumoulin si avvicina a 28”, l’ottimo Domenico Pozzovivo a 2’43” e il britannico Chris Froome a 3’22”. I giochi così si riaprono anche in vista delle salite di oggi e domani. A prendersi la tappa è Maximilian ha preceduto al traguardo lo spagnolo Ruben Plaza, terzo Mattia Cattaneo. Nella sfida che ha infiammato le ultime rampe, Schachmann è riuscito a staccare i due rivali. Domenica l’arrivo a Roma, giornata che sarà seguita interamente da Rai Radio2.

Articoli Correlati

Carapaz si prende il GiroNibali finisce secondo

Richard Carapaz è il vincitore del 102mo Giro d’Italia, primo ecuadoriano a trionfare nella classica della penisola. Nibali: "Nessun rimpianto"

Cima beffa i velocistiCarapaz resta in rosa

Damiano Cima ha resistito al ritorno del gruppo e vinto la diciottesima tappa del Giro d’Italia, la Valdaora-Santa Maria di Sala, di 222 chilometri

Peters vince la tappaCarapaz resta in rosa

Nans Peters della AG2R La Mondiale ha vinto in solitaria la diciassettesima tappa del Giro d’Italia