Vasco Rossi: Smettere? Io no, non ci penso

  • Vasco Non Stop Live

MUSICA «Qualcuno pensava che potessi smettere, fermarmi e sedermi sugli allori, ma se lo avessi fatto non sarei stato io. Stare sul palco mi tiene in riga. Procediamo ad libitum». Così Vasco Rossi che – chiuse le prove del suo nuovo Vasco Non Stop Live a Rimini – sarà a Lignano Sabbiadoro per la “rifinitura” prima del via ufficiale a Torino (1 e 2 giugno, Roma 11-12 e in altri stadi). Al Komandante non è bastata l’abbuffata record del Modena Park: «Una seduta psicanalitica – dice – che mi ha riappacificato con me stesso e la mia storia, è stato uno spartiacque: c’è un prima e un dopo Modena. Evento unico, e non ci penso a rifarlo. Magari per i 50 anni». E a 66 anni, non teme di dire: «Il rock italiano sono io», ma apprezza il trap («I rapper sono i nuovi cantautori...Caparezza è un genio). Anche Sanremo lo ha colpito, con Moro-Meta e Ultimo. Claudio Baglioni? «Poteva evitare di farsi cantare le canzoni da tutti. Poi si parla di conflitto d’interesse».

 

METRO