Uccide l'amico che flirta con la ragazza

  • Milano

Un complimento di troppo fatto alla fidanzata dell’amico al culmine  di una serata sfrenata tra alcol e droga. Sarebbe questa la causa della lite che ha portato giovedì notte alla morte del 22enne William Lorini, accoltellato dall’amico e socio 28enne Matteo Villa in via Meucci (zona Crescenzago).
Secondo la ricostruzione degli inquirenti, i due erano usciti insieme, presente anche la fidanzata di Villa. Quest’ultimo però non avrebbe sopportato le avances fatte dal socio alla giovane.  Quindi giunti sotto l’appartamento della ragazza la discussione sarebbe degenerata. La vittima avrebbe brandito una livella da muratore, mentre il più anziano un coltello da cucina recuperato nell’appartamento che divideva con la ragazza. Con quello  ha sferrato due fendenti all’addome della vittima. Inutili i soccorsi, Lorini è morto poco dopo il ricovero. Villa, immediatamente arrestato con l’accusa di omicidio, non ha opposto resistenza ed ha ammesso le proprie responsabilità.
Sia la vittima che l’arrestato - che avevano una ditta di restauro - hanno piccoli precedenti per reati contro il patrimonio e rissa. La ragazza non avrebbe assistito alla scena perché era risalita nell’appartamento.

Articoli Correlati

Larghissime inteseper i Giochi lombardo-veneti

Da Fontana a Sala al M5S un coro di sì alla candidatura autonoma per le Olimpiadi invernali del 2026

Ipotesi all'Atm:il biglietto “breve”

Per bilanciare il prossimo rincaro, costerebbe meno di due euro e durerebbe meno di 90 minuti. Gratuità possibile per gli under 14

Raid vandalico a scuolaI bambini ripuliscono le aule

Scritte omofobe e svastiche nel centro che aiuta i ragazzi migranti