Buffon, addio Juventus ma il suo futuro è un giallo

  • Calcio

CALCIO Un addio a metà. Gigi Buffon ha sorpreso, sia pure parzialmente. Perché negli ultimi giorni era affiorata la sensazione che nella testa del portierone l’idea di mollare del tutto il calcio giocato si fosse un po’ indebolita. Così ieri, nella pancia dello Stadium, il quarantenne ragazzo di Carrara ha salutato sì la Juventus («Szczesny sarà il nostro prossimo numero uno», ha confermato Agnelli) ma si è pure lasciato una porta aperta: «Contro il Verona giocherò la mia ultima partita con la Juve. Questa al momento è l’unica cosa che so. Fino a quindici giorni fa era risaputo che avrei smesso, poi sono arrivate alcune proposte stimolanti sia in campo che fuori. Tra queste ultime, la più importante me l’ha fatta proprio Andrea Agnelli. Dopo questi tre giorni densi di emozioni e altri due o tre di riflessioni, prenderò la decisione definitiva». Sullo sfondo, Liverpool, Psg e Real: tutte squadre di e da Champions, chi più e chi meno interessate a sondarne umori e disponibilità. Con la serie A, quindi, la sua storia terminerà domani. «La mia paura era arrivare alla fine da sopportato o con il motore fuso. Posso dire che non è così: sono orgoglioso di aver potuto esprimere il mio meglio in campo». Non ci sarà la passerella finale con l’Italia, il 4 giugno a Torino contro l’Olanda: «Ero diventato un problema tre mesi fa, non oso pensare tre mesi dopo. Non ho bisogno di altri attestati di stima, affetto e celebrazioni vari». Gli resta il “grazie” di Agnelli. E va bene così.

DOMENICO LATAGLIATA

Articoli Correlati

Caos Serie BPer ora resta a 19 squadre

Il Tar del Lazio ha revocato il decreto presidenziale che la sezione, con un altro presidente, ha emesso sabato accogliendo i ricorsi di Pro Vercelli e Ternana

Empoli-Lazio 0-1I biancocelesti soffrono ma passano

Basta un gol di Parolo ai biancocelesti per sbancare il Castellani. Ma i toscani vendono cara La squadra di Inzaghi sale così a quota sei punti in classifica

Ronaldo, è doppiettaLa Juventus già vola

Juventus-Sassuolo 2-1. Per il portoghese prima rete (con doppietta) in bianconero- La squadra di Allegri sempre più padrona del campionato