Macchinisti denunciano altro convoglio colpito

  • Milano/Trasporti

Ttrasporti Nuovo lancio di sassi contro un treno lombardo. Questa volta, a essere colpita dalle pietre, è stata la motrice di un convoglio merci della Db Cargo, joint venture tra Deutsche Bahn e Ferrovie Nord Milano. L’assalto, denunciato dai macchinisti, è avvenuto sabato mattina all’altezza di Sesto San Giovanni. Il personale sarebbe riuscito anche a fotografare uno degli autori della sassaiola. La Polfer sta indagando per arrivare ai responsabili. Sempre sabato nella stessa zona era stato soppresso il treno 10901 che sarebbe dovuto partire da Greco Pirelli direzione Brescia perché colpito da alcune pietre mentre il personale stava facendo le prove propedeutiche alla partenza. Nello stesso giorno,  una capotreno 22enne era stata presa a schiaffi alla stazione di Carimate da un passeggero senza biglietto. Venerdì, invece,  sulla linea Erba-Milano quattro giovani avevano reagito quando un capotreno li aveva rimproverati perché non permettevano la chiusura delle porte del convoglio.  Episodi che avevano spinto il governatore lombardo Attilio Fontana a lanciare un ultimatum a Ferrovie dello Stato (socio al 50% di Trenord): o Fs investe in treni e sicurezza, «o ghe pensi mi», aveva postato su Facebook. Alle 03,30 di domenica, invece, due dipendenti Atm sono stati aggrediti  in piazzale Cadorna. Per l’Rsu: “I due erano intervenuti a garantire sicurezza ai passeggeri e a dare supporto al collega costretto a fermarsi a causa di un atto vandalico”. Andrea Sparaciari

Articoli Correlati
Milano/Trasporti

Trenord: via i convogli con meno di 50 passeggeri

Tagliato il 5% dei treni che saranno sostituiti da bus. Insorge l'opposizione: «Il piano di rilancio non esiste». Intanto è boom di ritardi e soppressioni
Milano/Trasporti

Trenord: dai pendolari no al taglio dei treni

Dopo mesi di disagi, i comitati chiedono di bloccare l’annunciata diminuzione dei convogli. E domenica sarà sciopero dell'Orsa
Milano/Trasporti

Mazzoncini: «Lunedìdecideremo su Trenord»

L'Ad di Fs risponde alla controproposta fatta dal presidente lombardo Fontana. La prossima settimana il verdetto