Lazio, il pareggio è una occasione perduta

  • Calcio

CALCIO Finisce 2-2. L’Ezio Scida è il bivio dei destini di Lazio e Crotone: una vuol fare il salto in Champions League, l’altra vuole restare aggrappata alla Serie A. L’unica cosa che non serve a nessuno è il pareggio: ma pareggio,  alla fine di una battaglia epica, sarà. Il segno x però è il risultato più giusto, che rimanda ogni esito all’ultimo respiro dell’ultima giornata di Serie A. Il Crotone si giocherà la salvezza al San Paolo di Napoli, mentre la Lazio ha a disposizione due risultati su tre nel big match dell’Olimpico contro l’Inter. I biancocelesti di Simone Inzaghi non approfittano del clamoroso passo falso casalingo dei nerazzurri col Sassuolo per mettere l’ipoteca sulla partecipazione alla prossima competizione europea. Zenga decide di giocarsela a viso aperto, con coraggio e senza alcun timore. I pitagorici sono ben messi in campo, con un 4-3-3 piuttosto offensivo: Trotta viene lasciato in panchina, appannaggio del più duttile Faraoni. Simone Inzaghi è costretto a ridisegnare la Lazio in virtù delle defezioni: c’è Wallace in difesa al posto dello squalificato Caceres, Murgia e Felipe Anderson sostituiscono Parolo e Luis Alberto, mentre Caicedo è il terminale offensivo. I ritmi sono elevati, la temperatura anche.  Al 15’ è rigore per la Lazio, Lulic trasforma. Il Crotone non si abbatte: al 29’ Simy, già killer della Juve, pietrifica Strakosha e fa 1-1. La Lazio ha occasioni, ma a segnare è Ceccherini al 61’. Milinkovic pareggia all’84. Poi, tutti sotto la doccia: per i verdetti se ne parla tra una settimana.

Articoli Correlati

Ronaldo, multa lightma la Juve non lo porta negli Usa

Multa da 20mila euro per il portoghese, che ha 30 milioni di solo stipendio. La Juve non giocherà in America questa estate prchè l'asso rischia guai giudiziari

Roma, allerta infortuniRanieri spera nei recuperi

L'infortunio di Florenzi in azzurro è solo l'ultimo anello di una catena di situazioni fisiche non buona. Influenza per Pellegrini

Inter, Icardi in gruppoma spuntano le sirene spagnole

Mauro Icardi è tornato ad allenarsi con il gruppo. ma la stampa spagnola è certa: Florentino Perez lo vuole a Madrid