«Sità Scotè» Quando la città è in ascolto

  • Torino/Musica

MUSICA È un’idea particolare e intrigante, un modo diverso per raccontare la metropoli. Stasera al Jazz Club Torino verrà presentato “Sità Scotè – la città in ascolto”, un progetto che parla di Torino e nasce dall'incontro fra otto giovani cantautori e una serie di storie legate a quattro zone della città, da quella latina di Borgo San Paolo a quella africana in Borgo Vittoria, dalla città nella città costituita dalle Molinette nel quartiere di Nizza Millefonti alla Casa Circondariale “Lorusso Cotugno” alle Vallette. 

Divisi in coppie, gli otto cantautori (Francesca Mercurio, Claudio Lo Russo, Jakob Hilfiker, Nicolò Piccinni, Andrea Calogero in arte Chelo, Irene Garetto, Letizia Vitali e Pietro Giay) si sono concentrati su uno dei quartieri coinvolti e hanno incontrato quattro testimonianze legate al territorio, dalla proprietaria di un ristorante peruviano a un mediatore culturale congolese. 

Un’esperienza che li ha portati a scrivere nuovi brani sul tema di integrazione e condivisione. Il tutto s'è trasformato in un album e in documentario, che ha visto anche il coinvolgimento di artisti affermati come Eugenio Cesaro ed Emanuele Via degli Eugenio in Via Di Gioia, Bianco, The Sweet Life Society, Lince, Zuzanna e Kozjei, che stasera (ore 22, ingresso a offerta libera) si esibiranno assieme agli autori emergenti. Il tutto con l'ambizione di trasformare “Sità Scotè” in un format da ripetere nei prossimi anni, coinvolgendo altri quartieri e giovani artisti. 
Diego Perugini

Articoli Correlati

“Adesso” tocca a Diodato

Stasera sarà ospite del festival “Proxima” ai Murazzi

Frankie Hi-Nrg Mc live ai Murazzi

Domani sera il suo showcase nell’ambito di “Proxima”

Un estate in musica da Sfera Ebbasta a Lenny Kravitz

Il rapper ospite del Flowers Festival con i brani del suo cd “Rockstar”