Preso a pugni per rapina In fin di vita un anziano

  • Milano

All’inizio quando lo hanno trovato accasciato a terra davanti al portone di casa con i sacchi della spesa hanno pensato ad un malore. È stato solo dopo, quando è arrivato all’ospedale, che i medici si sono resi conti che era stato picchiato brutalmente. La vittima è un ingegnere 79enne milanese residente in via dei Valtorta, zona Turro e il suo aggressore, un romeno di 29 anni, è già stato fermato grazie alle immagini delle telecamere di sorveglianza che hanno ripreso tutta l’agghiacciante sequenza. Si vede l’uomo in attesa vicino al portone, l’arrivo dell’anziano e l’aggressione con due pugni fortissimi. L’anziano stramazza a terra con violenza. Tanto che corpo e testa  rimbalzano dopo il contatto col suolo.  L’aggressore sfila il portafoglio e fruga nelle tasche e poi fugge. L’anziano ha subito un trauma cranico e a distanza di tre giorni resta ricoverato in coma in gravi condizioni.
Grazie alle immagini è stato possibile incastrare il fermato, per un tatuaggio e gli abiti indossati. È un pregiudicato, con precedenti per rapina e lesioni, ed ora è accusato di tentato omicidio e rapina. È stato rintracciato in meno di 24 ore dagli uomini della Squadra Mobile, coordinati da Lorenzo Bucossi, e dagli agenti del Commissariato Villa San Giovanni, guidati da Giovanni Giammarrusti. Al momento dell'arresto era in casa con la propria famiglia: moglie e figli. Nell'abitazione sono stati trovati anche gli abiti indossati durante il colpo, in particolare delle scarpe da ginnastica rosse.

 

Articoli Correlati

Giornata nera sulla M118 feriti per due frenate

Due episodi diversi mandano la rossa in tilt

Nuovo look nel 2019per i terminal dei bus

Rioqualificazione di San Donato e Lampugnano