Il Torino dei rimpianti sulla strada della Lazio

  • Campionato

CALCIO Domenica sera, a Torino, i granata ospiteranno la Lazio. Obiettivo dei biancocelesti, continuare la loro splendida corsa verso la qualificazione alla prossima Champions League. Potrebbero sfruttare la difficilissima partita che, sabato sera, dovranno affrontare i loro concorrenti dell'Inter, opposti alla Juventus a San Siro, ma su questo Simone Inzaghi è stato piuttosto secco: «La Juve dovrà giocare due partite vere contro Inter e Roma? A prescindere da ieri sera (la vittoria contro il Napoli, ndr) avrebbe giocato al massimo. Come del resto tutte le partite, i bianconeri affronteranno l’Inter mentre noi andremo su un campo difficile come quello del Torino e cercheremo di fare il massimo». Insomma, il succo è: non esistono partite facili, in questo rush finale.

Sulla loro strada, i laziali si troveranno di fronte un Torino piuttosto ferito, dopo la sconfitta a Bergamo contro l'Atalanta. Gli umori granata sono stati riassunti da Urbano Cairo ai microfoni di Gr Parlamento: «Quest’anno è un po' il campionato dei rimpianti. Avevamo una squadra importante, poi c'è stata la mancanza di Belotti, fermato da due infortuni, che ha perso tre mesi di campionato, troppo per una squadra come il Toro che ci aveva puntato molto». E ha aggiunto: «Quando è terminato il girone d’andata ho preso Mazzarri per cercare di rimettere in piedi il campionato e anche se non ho mai voluto caricarlo di responsabilità pensavo in cuor mio che si potesse recuperare il terreno perduto. E ci siamo quasi riusciti, poi qualcosa è andato meno bene e qualche punto è stato buttato. Adesso la vedo durissima, la matematica non ci toglie la speranza però certamente i punti sono tanti rispetto al settimo posto, comunque cercheremo di fare il meglio possibile».

METRO

Articoli Correlati

Juventus poco concretaOra l'esame del Milan

Dopo la batosta col Manchester United, il richiamo di Allegri e di Chiellini. E domenica sera il Milan a San Siro

Romagnoli in extremisIl Milan vince ancora

Il Capitano, dopo quella col Genoa, risolve anche la sfida con l'Udinese, al 97'

Il Toro ritrova il Galloed espugna Marassi

Sampdoria battuta nettamente, 4-1, e doppietta di Belotti, finalmente sbloccato. «Il miglior Torino dell'anno»