Il Molise al Centrodestra sfumato il sogno del M5S

  • elezioni regionali

Donato Toma, candidato dalla coalizione di centrodestra, si appresta a diventare il nuovo presidente del Molise al posto di Paolo di Laura Frattura del Pd. Secondo i dati non ufficiali pubblicati sul sito della Regione (quando al termine dello scrutinio mancava solo una sezione su 394) ha ottenuto il 43,55% delle preferenze, staccando di circa 5 punti percentuali il candidato presentato dal Movimento 5 stelle Andrea Greco, al 38,52%. Carlo Veneziale (proposto dal centrosinistra) è al 17% e Agostino di Giacomo (Casapound) allo 0,42%. 

I partiti.   Il Movimento 5 stelle, in netto calo rispetto al voto alle politiche, è comunque il primo partito della regione con il 31,59%. Nel centrodestra Forza Italia ha ottenuto il 9,39%, Orgoglio Molise l'8,37%, la Lega l'8,24%, Popolari per l'Italia il 7,13%, l'Udc il 5,13%, Fratelli d'Italia il 4,45%. Nel centrosinistra, infine, il Partito democratico è all'8,92% e Liberi e Uguali al 3,25%. L'affluenza si è fermata al 52,17% degli aventi diritto. 

Berlusconi.  "Dal Molise esce battuto e fortemente ridimensionato il dilettantismo dei Cinque Stelle, rispetto al voto di protesta espresso dagli elettori alle politiche. I grillini si confermano del tutto non credibili per una funzione di governo", afferma Silvio Berlusconi, commentando le elezioni in Molise.

Articoli Correlati
elezioni regionali

Friuli, vince FedrigaSu la Lega, crolla il M5S

Lega nord al 34,94%. Pd secondo, al M5S solo il 7%