«In Oh, vita! sono davvero Lorenzo»

  • Lorenzo Cherubini

ROMA «Questo disco cambia la mia prospettiva della musica. È mio come lo sono stati tutti i miei dischi, ma in maniera ancora più radicale del solito, perché Rick Rubin è interessato solo alla verità e mi ha tolto di mezzo la smania di piacere, lasciando solo il bisogno di esprimermi, che è l’istinto più forte che ho. È la prima volta che non faccio Lorenzo, ma lo sono davvero». Parola di Lorenzo Cherubini in arte Jovanotti, da giovedì in scena al Palalottomatica (repliche venerdì e domenica, poi 23, 25, 26, 28 e 29 aprile) col nuovo tour, un giro musicale d’Italia nato sull’onda della pubblicazione dell’album Oh, vita!, realizzato con il leggendario produttore americano Rick Rubin.

«Rubin mi ha dato coraggio – spiega l’artista – mi ha aiutato a trovare la forza per essere me stesso e per affrontare questo disco con spirito nuovo. E' stato come andare dal medico per un piccolo disturbo».
Nei concerti Jovanotti, oltre ai brani del disco, ripercorrerà tutte le fasi più importanti e significative della sua lunga avventura musicale. «Questa volta –  racconta – vogliamo suonare fino a non poterne più. In Italia abbiamo scelto dieci città e ci staremo fino a prendere la residenza. Faremo ballare, cantare, godere, emozionare, stancare, ridere, piangere, ricaricare, celebrare, vivere. Abbiamo provato un sacco di pezzi, suoneremo fino alla fine del mondo, partendo dall'ombelico».

Articoli Correlati
Lorenzo Cherubini

Da Jovanotti a Caparezzaè qui la festa!

Lorenzo Cherubini torna con il suo show al Mediolanum Forum d’Assago, ma non mancano alternative
Lorenzo Cherubini

Stone, Bublé e Jovanottiil weekend è servito

Al Parco della Musica per la Festa del Cinema una carrellata di personaggi e ghiotte anteprime