Clochard ustionati ipotesi vendetta

  • Roma

ROMA Le fiamme sono divampate alle 5 del mattino, investendo il giaciglio di fortuna dove dormivano due clochard di origini palestinesi, proprio davanti alla sede della Caritas in via Marsala, all’altezza di piazzale Sisto V. Un incendio doloso, forse appiccato per vendetta contro uno dei due senza tetto, un 29 enne che se l’è cavata con un’ustione alla spalla destra. L’altro connazionale ha riportato lievi bruciature a un piede. Un episodio su quale indagano ora gli agenti del commissariato Viminale.

Davanti al punto in cui si è propagato il rogo c’è una telecamera che potrebbe aver ripreso esattamente cosa è accaduto, ma secondo gli altri clochard che dormono davanti alla struttura il 29 enne giorni prima avrebbe avuto una violenta lite con altri senzatetto, forse per accaparrarsi un posto più riparato lungo il marciapiede. Una tragedia sfiorata, che ha comunque avuto conseguenze pesanti: i controsoffitti esterni della Caritas e l’illuminazione sono andati distrutti, e la facciata del palazzo è stata completamente annerita.

L’area è da tempo segnata dal degrado, sono molti i clochard che si sono stanziati con ripari di fortuna davanti alla Caritas. Nelle primissime fasi di soccorso un volontario ha anche riportato un trauma causato dalla caduta di materiale dal controsoffitto bruciato.

PAOLO CHIRIATTI

Articoli Correlati

"Chi ha oltraggiato Fulviosi è già condannato da sé"

Debora, vedova del ciclista derubato quando era morto: «Non provo odio»

A fuoco bus elettricoIndaga la Procura

Atac: «Decimo caso da inizio anno». Il mezzo appena rientrato in esercizio

Trovato chi rubòil portafogli al ciclista morto

Individuato chi rubò il portafoglio, prelevando col bancomat, poco dopo l'incidente mortale in via Tiburtina a Roma