Chirurgo ucciso a Panama arrestata la sua avvocatessa

  • TORINO

TORINO Furio Ferrari, chirurgo di Torino trovato morto il 28 novembre a Les Cumbres, a Panama, sarebbe stato ucciso dal suo avvocato.

La polizia dello Stato centroamericano ha arrestato una donna, Zoraida Mircala Saucedo Lezcan, 40 anni, che era anche l’avvocato del medico e della sua ultima moglie, Marialena Vallarino Aizpurua, la 48 enne messicana il cui cadavere fu rinvenuto insieme a quello di Ferrari. Sui corpi della coppia sono stati trovati segni di maltrattamenti: i media locali riportano che secondo gli investigatori panamensi i due subirono torture per firmare alcuni documenti con cui intestarono degli immobili all’avvocato.

Da tempo, infatti, il chirurgo aveva lasciato la sua attività per trasferirsi in America e dedicarsi alla compravendita di immobili. Il 26 novembre aveva mandato un ultimo messaggio a un collega di Torino. Da allora l’ex moglie, Virginia Sanchesi, non ne ebbe più notizie e ne denunciò la scomparsa. Ora lei rilancia i suoi dubbi sulla 40 enne arrestata: «Quella donna seguiva da anni le sue transazioni immobiliari - ha raccontato all’Ansa -. Abbiamo subito pensato a un suo coinvolgimento». L’ex moglie, che si dice ancora sconvolta, ha intenzione di andare a fondo: «Mia figlia ha diritto di sapere perché suo padre è morto».

ANDREA GIAMBARTOLOMEI

Articoli Correlati

Natale, strisce bluanche nei festivi

Il Comune: più bus navette gratis. Critica Confesercenti

Sindaca snobbata dalle “madamin"

Le vuole incontrare ma loro: «Prima Mattarella»

Con il Dna di Fidocaccia agli sporcaccioni

A Carmagnola con la mappatura si analizzano le deiezioni