Piazza San Carlo Chiuse le indagini

  • TORINO

TORINO L’inchiesta è chiusa. Quindici persone restano indagate per gli incidenti di piazza San Carlo del 3 giugno scorso. Nell’elenco rimangono alcuni nomi eccellenti, come la sindaca Chiara Appendino e l’ex questore Angelo Sanna. Andrebbe invece verso l’archiviazione il prefetto Renato Saccone insieme ad altre cinque persone.

«Mi è stato notificato dalla Procura di Torino l’atto con la chiusura delle indagini per piazza San Carlo - ha comunicato la sindaca -. Resto a disposizione della magistratura, come lo sono sempre stata». Altri avvisi di chiusura delle indagini sono stati inviati ieri mattina. Sono rimaste immutate le ipotesi di reato: sono tutti indagati in concorso per omicidio colposo, lesioni colpose e disastro doloso. Per delle cause mai accertate, davanti al maxischermo della finale di Champions League tra Real Madrid e Juventus, la folla in preda al panico cominciò a correre travolgendo tutto e tutti: più di 1.500 vennero curate negli ospedali cittadini, mentre una donna - Marisa Amato - è rimasta sulla sedia a rotelle e una giovane, Erika Pioletti, morì dopo alcuni giorni. Da subito emerse che la piazza era troppo colma di gente ed era priva delle più elementari misure di sicurezza: vie di fuga libere e divieti per la vendita di bottiglie di vetro. Elementi che aggravarono la situazione.

ANDREA GIAMBARTOLOMEI

Articoli Correlati

Piazza BaldisseraCaos senza fine

Una task force di esperti tenterà di risolvere gli ingorghi nel quadrante nord di Torino

Un vademecumcontro il sessismo

Violenza di genere, il piano di contrasto del Comune

Natale, strisce bluanche nei festivi

Il Comune: più bus navette gratis. Critica Confesercenti