Juve, l'ora dell'orgoglio Si ricomincia dalla Sampdoria

  • Calcio

CALCIO  Orgoglio. E rabbia. Questi gli stati d’animo della Juventus, espressi praticamente tramite social da tutti i bianconeri, convinti di avere subìto un torto grande così al Santiago Bernabeu. «Meravigliosi e commoventi», ha ribadito Allegri. «Da qui si riparte. A testa alta, anzi, altissima». Verità, certo.
Con un campionato ancora da vincere (domenica, alle 18, arriverà la Sampdoria allo Stadium) e una finale di Coppa Italia da giocare contro il Milan: non sarà triplete, ma fare doppietta non sarebbe male. Poi, certo, bisognerà in qualche maniera girare pagina: quasi certamente senza più Buffon e con il punto interrogativo su Massimiliano Allegri che rimane. Ci sarà tempo per parlarne e per capire. Prima, però, la campagna italiana da vincere: su entrambi i fronti.

Domenico Latagliata

Articoli Correlati

Roma, ecco ManciniOra tutto su Alderweireld

L'ex atalantino ha sottoscritto un contratto fino al 30 giugno 2024. Ora si intensificherà il negoziato per il difensore del Tottenham

Icardi, offerta in arrivoil Napoli prepara 60 milioni

Sarebbe pronta una offerta del Napoli per Icardi: 60 milioni di euro. L'Inter nel frattempo è a Singapore dove sabato affronterà lo United

Italia-Brasile 25 anni fache fine hanno fatto i protagonisti

Mondiali americani 1994: che fine hanno fatto gli azzurri protagonisti della finale del Rose Bowl, il 17 luglio a Pasadena? Qui tutte le storie